Build Your Brand per lavorare online

Stai pensando a come creare un blog gratis per guadagnare ma non sai da dove iniziare? Cercherò allora di aiutarti in questo articolo

Hai mai pensato a come creare un blog gratis? Ti sembra una cosa troppo difficile? Niente panico, e soprattutto mai arrendersi…

Ti darò una mano,infatti, attraverso questo articolo, a creare il tuo blog gratis, tramite wordpress; e ti darò, inoltre, molti altri consigli utili su seo, parole chiave e tanto altro.

Ti aiuterò, quindi

  • A usare wordPress
  • Ottimizzare i contenuti
  • Indicizzare il sito, portando traffico al tuo sito
  • Guadagnare attraverso il sito stesso

Come creare un blog gratis e guadagnare; WordPress

Wordpress; Come creare un blog gratis e guadagnare

Tutto comincia da una buona padronanza di WordPress, che è FONDAMENTALE saper usare, seguito poi, da un altri elementi fondamentali, che sono l’hosting e il tema da utilizzare.

L’hosting (dall’inglese to host che vuol dire “ospitare”), è un servizio di rete che consiste nell’ospitare le pagine web su un server, per essere, quindi, fruibili agli utenti.

Tale server, poi, è connesso ad internet e garantisce l’accesso al sito mediante il web browser dell’host dell’utente, che identifica tutti i contenuti, attraverso il dominio e l’indirizzo ip.

Si possono trovare diversi hosting, anche con prezzi diversi; pertanto, se vuoi rimanere su un prezzo medio basso, potresti optare per Aruba, mentre se hai un budget leggermente più elevato, ti consiglio senza dubbio siteground, che è il sistema di hosting che utilizzo anche io.

Una volta scelto l’hosting, dovrai installare wordPress (con siteground, l’installazione è automatica, compreso anche l’abbonamento gratuito al primo anno di dominio); e a quel punto sei davvero pronto per iniziare a installare il tuo blog!

Come creare un blog gratis e guadagnare; Di cosa Parlare?

Prima ancora di scegliere il dominio, che fondamentalmente è il nome del sito web, è importante scegliere un argomento specifico, ovvero l’argomento principe che andrai a trattare nei tuoi articoli.

Il mio consiglio è, innanzitutto, quello di seguire una passione e di concentrarsi su un argomento sul quale saresti capace di scrivere all’infinito senza mai stancarti.

Una volta scelta la tua nicchia, dovrai pensare anche a come monetizzare da questa tua passione e quindi dal tuo blog; sarebbe opportuno, pertanto, pensare a possibili affiliazioni o a collaborazioni con altri siti e blog

Il nome del blog

Dopo aver scelto la tua nicchia, dovrai pensare al nome del tuo blog: subito dei consigli

  • Scegli un nome d’impatto, che possa anche piacere ai lettori
  • Opta, inoltre, per un nome breve
  • Scegli un nome facile da ricordare e anche da pronunciare
  • Soprattutto deve essere accattivante per il tuo target

Una volta scelto il nome, potrai acquistare il dominio che, su siteground è gratuito per il primo anno, ma ci sono anche altri servizi su cui puoi scegliere il tuo dominio, anche con pochi euro.

Il tema

Design del blog; Come creare un blog gratis e guadagnare

Scelto anche il dominio, e quindi nominato il tuo blog, dovrai scegliere il tema adatto. Di temi wordPress ce ne sono tantissimi, e puoi scegliere in base al tuo gusto personale, anche se ti consiglio qualcosa di semplice, niente di difficile; compatibile, possibilmente, sia con le versioni future di wordpress, che con elementor, uno dei plugin fondamentali per la creazione grafica di siti web, pagine e fannel

I plugin

Plugin sg optimizer; Come creare un blog gratis e guadagnare

Impostato il tuo tema, quindi, è giunta l’ora di impostare i plugin, che sono dei programmi di integrazione di alcune potenzialità; ad esempio,m un plugin di grafica consentirà l’utilizzo di nuove funzioni non presenti nel software principale.

Inizialmente installerai quelli subito necessari, poi, imposterai quelli che ti serviranno man mano che lavorerai al tuo sito.

Quello immediatamente necessario è sicuramente yoast, capace di fornire suggerimenti per l’ottimizzazione dei tuoi testi in ottica seo; esiste una versione free, e una a pagamento con delle funzionalità aggiuntive, ma diciamo che per iniziare, la versione free andrà benissimo

Parlando di yoast e di indicizzazione, non possiamo non parlare di parole chiavi (key), che sono, infatti, determinanti per posizionare il nostro blog sui motori di ricerca.

Per la ricerca delle parole chiave, possiamo usufruire, quindi, dell’ausilio di google trend, google suggest e ubersuggest; 3 siti che fra i tanti, ci consentono, infatti, un andamento di interesse, basato sulle parole chiave derivanti dalle ricerche degli utenti. Per avere un’idea, possiamo dire che le parole chiave sono quei risultati che emergono sulla serp, quando digitiamo una determinata parola e che ci indicano le ricerche correlate maggiormente cliccate dagli utenti.

Una volta individuate le parole chiavi maggiormente utilizzate, possiamo avvalerci di altri importanti tool come google analytics o seozoom, per scegliere la keyword da utilizzare, in base a quanto traffico e conversioni genera

Oltre alla parte testuale, hai bisogno anche di immagini in ogni tuo testo;

  • fai in modo da abbinare immagini di qualità
  • che siano appropriate al contesto
  • che non siano coperte da copyright
  • e che non siano troppo pesanti (per non compromettere la velocità di caricamento del sito)

Gli articoli

Gli articoli del tuo blog, tratteranno svariati argomenti, ma tutti inerenti la tua nicchia di interesse; si distingueranno, invece, dalle pagine, che avranno, invece, carattere statico e conterranno informazioni generiche come, ad esempio, lo scopo del sito e il modulo contatti; inseriremo, poi, una categoria blog, nella quale andremo a catalogare tutti i nostri articoli.

Ciascun articolo dovrà avere

  • Un titolo in H1
  • Titolo del capitolo in H2
  • Titolo del paragrafo in H3
  • Sottoparagrafo in h4
  • Appendice in H5

Come creare un blog gratis e guadagnare; I social media

Social media; Come creare un blog gratis e guadagnare

Anche i social media, sono un altro elemento strategico per portare traffico al nostro blog, in quanto canali di ricerca utenti

Ecco i principali social che utilizzo io per pubblicizzare il mio blog:

https://www.facebook.com/lulu.proprietaprivata.morese

https://www.instagram.com/build_your_affiliate/?hl=it

https://www.youtube.com/channel/UCZSWV_foMHGM52c2HPq7oMA?view_as=subscriber

https://www.linkedin.com/in/luisa-morese-644745180/

Google analytics

Google analytics

Google analytics è un servizio gratuito di google che consente di analizzare dettagliatamente tutto il traffico di un sito web, provenienti dalle diverse fonti, siano esse, motori di ricerca, siti refer o campagne a pagamento.

Attraverso google analytics, quindi, il marketers potrà determinare con sufficiente precisione, il rendimento degli annunci, e ottimizzare le campagne; sempre attraverso google analytics, inoltre, è possibile sapere la provenienza geografica dei visitatori, le pagine visualizzate e anche il tempo di navigazione all’interno del sito.

Google search console

Google search console

Attraverso google search console, invece, è possibile conoscere i risultati di presenze del tuo sito, all’interno dei motori di ricerca; in ausilio a ciò, google search console, ti consente di

  • sapere se google riesce a trovare il tuo sito
  • risolvere problemi di indicizzazione
  • richiedere una nuova indicizzazione con contenuti aggiornati
  • visualizzare i dati della ricerca web relativa al tuo sito
  • ricevere avvisi se google riscontra problemi di indicizzazione per il tuo sito

Conclusione

Questo è tutto! Ti ho elencato, infatti tutti i metodi salienti per aprire il tuo blog; ora non ti rimane che ripassarli a uno ad uno e passare all’opera, fino alla messa online del tuo sito.

Studia, quindi, la tua strategia migliore di content marketing per far volare in alto il tuo sito; e nel frattempo, formati come ho fatto io

Ti voglio, infine, dedicare un grande regalo che sono certa ti piacerà; il corso gratuito di build your brand, l’università digitale per aspiranti marketer, valida anche se parti da 0!

CLICCA QUI

Se ti è piaciuto questo articolo, lascia un commento e condividilo sui tuoi profili social

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *